psicologi cesena

Dott.ssa Arianna Scarpellini

Dott.ssa Arianna Scarpellini

PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA NATUROPATIA

Tel. 0547.300.033 - Cell. 349.496.5259
e-mail psicologa@ariannascarpellini.com

A Cesena, Gambettola, Savignano e Mercato Saraceno

Ricevo su appuntamento dal lunedì al sabato.

Sono specializzata in:

MEDIAZIONE FAMILIARE (Consulente matrimoniale),
PSICOLOGIA GIURIDICA (Consulente per il tribunale),
NATUROPATIA e rimedi naturali

In questa pagina trovi informazioni su: Articoli di Psicologia, Abuso emotivo reale e PAS

Articoli Psicologia | Data: 05/06/2010 | Argomenti: psicologia giuridica

ABUSO EMOTIVO REALE E PAS

Per poter distinguere la PAS da un reale abuso, Gardner fornisce un lungo elenco di criteri inerenti i sintomi dei figli, i modelli comportamentali dei genitori, la storia familiare e la patologia dei genitori

Abuso emotivo reale e PAS

A cura di Arianna Scarpellini © Riproduzione e divulgazione permessa solo dietro consenso scritto Richiedi consenso

Secondo Gardner, la PAS (sindrome di alienazione parentale) costituisce una forma di abuso emotivo provocato dall´esposizione continua dei figli al genitore alienante. Gli effetti riscontrati a breve e a lungo termine sui minori sono: aggressività, egocentrismo, carattere manipolatorio, falso sè, comportamenti autodistruttivi, dipendenti, ossessivo-compulsivi, disturbi alimentari, relazionali, scolastici, dell´identità sessuale, bassa autostima, fobie, depressione.

La diagnosi di PAS però non è presente se il genitore accusato ha manifetato realmente comportamenti di abuso o di incuria. Per poter distinguere la PAS da un reale abuso, Gardner fornisce un lungo elenco di criteri inerenti i sintomi dei figli, i modelli comportamentali dei genitori, la storia familiare e la patologia dei genitori.

1) I sintomi dei figli. Nel caso di abuso realmente subito, i sintomi manifestati dai bambini rientrano all´interno del Disturbo Post-traumatico da Stress (DSM IV, 1994) e raramente mostrano qualcuno degli otto sintomi tipici della PAS.

2) Modelli comportamentali dei genitori. Generalmente i genitori alienanti sono poco collaborativi e scarsamente attendibili nelle loro dichiarazioni. Ricordano continuamente ai figli i presunti maltrattamenti subiti e denunciano gli abusi solo dopo la separazione. Invece i genitori di figli realmente abusati di solito lasciano che i bambini ricordino spontaneamente le violenze subite e collaborano per ristabilire in condizioni protette il rapporto fra i minori ed il genitore abusante. Inoltre le denunce di maltrattamento risalgono al periodo precedente la separazione. I genitori alienati solitamente sono attendibili nelle loro dichiarazioni, si sono sempre preoccupati del benessere familiare, e le denunce di abuso riguardano solo i figli, non gli altri familiari. I genitori realmente abusanti invece risultano poco attendibili nelle loro dichiarazioni, poco preoccupati al benessere familiare e solitamente la denuncia di abuso si estende anche ad altri membri della famiglia.

3) Storia familiare. Spesso nei genitori realmente abusanti emergono precedenti di abuso nella loro storia familiare, al contrario di quanto si verifica nei genitori  bersagliati dalla PAS.

4) Patologia dei genitori. I genitori realmente abusanti riportano comportamenti di tipo impulsivo, esplosioni di rabbia e tendono alla paranoia, mentre i genitori alienati  di solito possiedono un adeguato autocontrollo e le manifestazioni di rabbia sono dovute alla frustrazione di sentirsi rifiutati dai figli. La tendenza alla paranoia è invece presente nei genitori alienanti.

di
e-mail: psicologa@ariannascarpellini.com