psicologi cesena

Dott.ssa Arianna Scarpellini

Dott.ssa Arianna Scarpellini

PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA NATUROPATIA

Tel. 0547.300.033 - Cell. 349.496.5259
e-mail psicologa@ariannascarpellini.com

A Cesena, Gambettola, Savignano e Mercato Saraceno

Ricevo su appuntamento dal lunedì al sabato.

Sono specializzata in:

MEDIAZIONE FAMILIARE (Consulente matrimoniale),
PSICOLOGIA GIURIDICA (Consulente per il tribunale),
NATUROPATIA e rimedi naturali

In questa pagina trovi informazioni su: Articoli di Psicologia, Ortoressia Nervosa, ossessione per i cibi sani

Articoli Psicologia | Data: 01/09/2011 | Argomenti: psicoterapia

ORTORESSIA NERVOSA, OSSESSIONE PER I CIBI SANI

L´Ortoressia Nervosa si manifesta attraverso un comportamento di salutismo estremo che può portare la persona a soffrire di depressione, sensi di colpa, ansia e fobie.

Ortoressia Nervosa, ossessione per i cibi sani

A cura di Arianna Scarpellini © Riproduzione e divulgazione permessa solo dietro consenso scritto Richiedi consenso

Ortoressia Nervosa letteralmente significa "ossessione per mangiare cibi sani" e tale patologia si manifesta attraverso un comportamento di salutismo estremo che può portare la persona a soffrire di depressione, sensi di colpa, ansia e fobie.

Inoltre tale patologia porta ad una compromissione delle relazioni sociali in quanto il soggetto ortoressico basa la propria quotidianità sulla cura del proprio corpo e tende ad allontanare da sé le altre persone.

L´ortoressico infatti è ossessionato dalla qualità del cibo e si deve sempre assicurare che questo sia sano. Conosce perfettamente le etichette dei cibi in vendita nei supermercati per cui sa quante calorie contiene un determinato alimento, quante proteine, quanti carboidrati, quanti grassi saturi ed insaturi, ecc.  Ogni giorno infatti è dedicato alla ricerca e alla preparazione del cibo sano e tale obiettivo è talmente ossessivo da portare a perdere interesse verso il gusto ed il sapore del cibo, verso i suoi profumi e aromi e anche nei confronti del modo in cui esso viene servito.

Infatti l´unica cosa rilevante per il soggetto ortoressico è sapere che quel determinato alimento è sano, dà energia e previene le malattie. Generalmente vengono quindi prescelti i cibi macrobiotici, vegetali e cereali. Spesso l´ortoressico evita l´utilizzo di contenitori di plastica o alluminio perchè considerati tossici ed esclude dalla propria alimentazione latte e latticini, uova e altri cibi considerati dannosi per la propria salute. Tali cibi non possono essere inseriti nella propria alimentazione perchè tale evento genererebbe ansia e sensi di colpa fortissimi al punto tale da rendere possibili l´insorgenza di sintomi psicosomatici quali nausea, vomito, mal di testa,.... Inoltre, per eliminare le "tossine" introdotte attraverso i cibi "proibiti", l´ortoressico può decidere di rendere la propria dieta ancora più rigida o di adottare comportamenti che consentano di eliminare rapidamente gli alimenti "dannosi".

L´Ortoressia Nervosa non è semplice da trattare, in quanto si tratta di una vera e propria forma di dipendenza. La psicoterapia risulta fondamentale per rompere il circolo vizioso che l´ortoressico si è creato e talvolta si rendono necessarie anche una terapia farmacologica ed il supporto di un dietologo. 

 

di
e-mail: psicologa@ariannascarpellini.com